Il governo valuta la proroga dell'ecobonus per più anni

E' quanto dichiarato dal viceministro dell’Economia Enrico Morando che, intervenendo a un convegno di Confedilizia, propone detrazioni più alte per interventi in contemporanea sul risparmio energetico e antisismici

I bonus per le ristrutturazioni non devono diventare "strutturali" per evitare che perdano di efficacia ma sarebbe opportuno "stabilizzarli" con un "allungamento dei tempi" perché la "scansione annua è troppo limitata", in particolare per incentivare "in contemporanea gli interventi sul risparmio energetico e quelli antisismici". Così il viceministro dell'Economia Enrico Morando a un convegno di Confedilizia, spiegando che si sta valutando anche di "innalzare" lo sconto se i due interventi vengono fatti insieme.

Morando ha annunciato anche che si sta ragionando per trovare "una procedura non fondata sulla detrazione Irpef che consenta anche agli incapienti di partecipare" alla ristrutturazione dei condomini "recuperando il vantaggio sul versante degli oneri da riscaldamento". La misura, da introdurre con la manovra, consentirebbe anche di rilanciare il settore dell'edilizia senza il quale è "difficile ipotizzare per il Paese una ripresa robusta e duratura"

 

Fonte: http://www.ansa.it

Cerca