A New York l’energia solare cresce dell’800 per cento

In cinque anni lo stato di New York ha registrato una crescita record per il solare con 1,5 miliardi di dollari di investimenti privati e 8mila posti di lavoro

Nello Stato di New York l’energia solare è aumentata di quasi l’800 per cento tra il dicembre 2011 e il dicembre 2016, sviluppando quasi 1,5 miliardi di dollari di investimenti privati.
Lo Stato di New York si è posto l’obiettivo di raggiungere il 50 per cento di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili entro il 2030 e grazie al solare si sta avvicinando alla meta, tanto che nel 2013 aveva già raggiunto il 22 per cento.

Un miliardo di dollari puntato sul solare

La crescita del solare e in generale delle rinnovabili nello Stato di New York si deve soprattutto al Governatore Cuomo che ha riformato la strategia energetica dello Stato e ha posto il fotovoltaico al centro della politica energetica. Nel 2014 Cuomo ha preso un impegno storico puntando quasi un miliardo di dollari sul programma “NY-Sun”, creato per stimolare il mercato e aumentare il numero degli impianti solari presenti nello Stato per i successivi 10 anni: l’obiettivo è di aggiungere più di tre gigawatt di capacità solare installata entro il 2023.

Ottomila posti di lavoro nel solare

I vantaggi del programma sono già evidenti, come ha affermato lo stesso Governatore: “I nostri investimenti nell’energia pulita creano posti di lavoro, riducono le emissioni di carbonio, sostengono la crescita economica e contribuiscono a costruire una New York pulita e più verde per tutti”. E i numeri gli danno ragione, il settore del solare ha creato oltre 8mila posti di lavoro, facendo nascere nuove opportunità nel settore manifatturiero, dell’ingegneria e in altri comparti legati alle tecnologie pulite. Lo Stato di New York è così diventato leader nazionale nell’energia pulita dimostrando, come ha affermato lo stesso Cuomo, “che le rinnovabili sono tecnologie più accessibili e convenienti per i residenti e le imprese”.

Una strategia condivisa tra pubblico e privato

La crescita del 795 per cento del solare avvenuta negli ultimi cinque anni nello Stato è frutto di un’azione congiunta tra la New York State Energy Research and Development Authority, la New York Power Authority, la Long Island Power Authority, il Pseg Long Island e altri soggetti sia del settore pubblico sia del settore privato. Questa rete ha permesso allo Stato di New York di poter contare a fine 2016 ben 64.926 progetti legati al solare: una crescita esponenziale se si pensa che nel 2011 i progetti presenti erano solo 9.079. I contributi statali hanno permesso allo Stato di raggiungere i 744 megawatt circa di energia pulita di oggi, sufficienti a soddisfare la domanda energetica di oltre 121mila abitazioni.

Ripensare l’energia guardando al futuro

I passi avanti del solare sono solo una parte del piano che il Governatore Cuomo ha varato con la sua Energy Vision. L’impegno dello Stato si è concentrato su come aumentare l’utilizzo di tutte le fonti rinnovabili. È di qualche mese fa la notizia che è in via di progettazione la realizzazione di un parco eolico offshore da 90 megawatt al largo di Long Island. A questo si aggiunga il lavoro che lo Stato di New York sta facendo in tema di efficienza energetica, gestione dei rifiuti etc. L’obiettivo è di guardare al 2030 con tre ambiziosi traguardi: ridurre le emissioni di gas serra del 40 per cento (rispetto ai livelli 1990), raggiungere il 50 per cento di elettricità generata da fonti rinnovabili e aumentare l’efficienza degli edifici riducendo del 23 per cento rispetto ai livelli del 2012 il loro consumo di energia.

Fonte: http://www.lifegate.it

Cerca