L’energia solare cresce del 50% nel mondo grazie a Cina e Stati Uniti

Nel 2016 la nuova potenza fotovoltaica è cresciuta di 76,1GW nel mondo. Calano le nuove installazioni solari in Europa.

Nel 2016, il solare installato nel mondo è cresciuto di 76,1 nuovi gigawatt rispetto all’anno precedente. Una crescita pari al 50 per cento in più rispetto al 2015, quando la nuova potenza installata era stata di 51,2 gigawatt. A trainare la crescita sono state soprattutto Cina e Stati Uniti mentre l’Europa rallenta. I dati sono stati presentati da Solar Power Europe nel corso del SolarPower Summit che si è svolto a marzo a Bruxelles.

Rallenta la crescita del solare in Europa

La quantità totale di energia solare installata in Europa ha superato il traguardo simbolico dei 100 gigawatt nei primi mesi del 2016 ed è attualmente pari a 104 gigawatt. Ma dei 76,1 gigawatt installati nel mondo l’anno scorso, solo il 9 per cento – 6,9 gigawatt – sono da attribuire al Vecchio Continente. Una diminuzione di quasi il 20 per cento rispetto ai 8,6 gigawatt installati nel 2015. Il Regno Unito, nonostante il calo delle installazioni causato dal taglio degli incentivi dedicati al solare, è il Paese che maggiormente ha contribuito alla crescita europea realizzando il 29 per cento della nuova capacità installata. Al secondo scalino del podio la Germania con il 21 per cento che, grazie a politiche e investimenti di lungo corso a favore del settore, mantiene il primato di capacità solare complessiva installata. Terza per capacità solare installata nel 2016 è la Francia, che ha contribuito con l’8,3 per cento.

Il solare raddoppia in Cina e Stati Uniti

Il più grande mercato solare del mondo è quello cinese dove nel 2016 sono stati installati 34,2 nuovi gigawatt, il 125 per cento in più rispetto al 2015. Nel Paese del Dragone il fotovoltaico ha raggiunto i 77 gigawatt ed è probabile che entro la fine del 2017 supererà i 100 gigawatt, tagliando con tre anni di anticipo il traguardo dei 110 gigawatt che il governo cinese aveva posto per il 2020.
Nella classifica mondiale il secondo mercato in maggior crescita l’anno scorso è stato quello statunitense che si stima sia cresciuto di 14 gigawatt, raddoppiando i 7,3 gigawatt installati l’anno precedente. Il Giappone si posiziona al terzo posto, con circa 8,6 gigawatt, davanti all’India che ne ha aggiunti 4,5.

Tecnologia cruciale per lo sviluppo del solare

A livello globale, la capacità di energia solare oggi installata è pari a 305 gigawatt. Una crescita che si è realizzata soprattutto a partire dal 2010 e che deve molto allo sviluppo della tecnologia, elemento fondamentale per portare a compimento gli impegni presi in termini di sviluppo delle rinnovabili per contrastare i cambiamenti climatici. Grazie alle innovazioni nel settore in diverse regioni del mondo l’energia solare è diventata economicamente competitiva e permette così una sua maggiore penetrazione nel mercato ampliando la sua quota percentuale nel mix energetico. In Europa, in media il solare fornisce solo il 4 per cento della domanda di elettricità, una quota ancora piuttosto bassa, ed è per questo che James Watson, CEO di SolarPower Europe, raccomanda la “necessità di guidare il prossimo ciclo di investimenti nel solare in modo da poter realizzare la decarbonizzazione del settore energetico europeo”. Tale processo richiede un quadro politico adeguato sia a livello europeo sia a livello nazionale e fino a quando non si creeranno le condizioni normative idonee sarà difficoltoso soddisfare la domanda energia con una buona quota energia solare.

 

Fonte: http://www.lifegate.it

Cerca