Copenaghen regina delle Smart City, quattro italiane nella top 100

Nella top 100 Milano, Torino, Roma e Napoli. Il nostro tallone d'Achille è il trasporto pubblico. Lo Smart Cities Index 2017 è stato costruito sulla base dei dati raccolti dall'app EasyPark

Copenaghen è la città più "smart" del mondo. Sul podio salgono anche Singapore e Stoccolma, seguite da Zurigo e Boston. Nella top 100 sono quattro le italiane: Milano, Torino, Roma e Napoli. Lo Smart Cities Index 2017 è stato costruito sulla base deidati raccolti dall'app EasyPark. Per misurare "l'intelligenza" delle città, EasyPark ha incrociato diverse fonti ufficiali e preso in considerazione 19 parametri, tra i quali mobilità (traffico e trasporti pubblici), sostenibilità ambientale, innovazione (vedi alla voce startup) e digitalizzazione. Tra le prime 10 città in elenco ci sono anche Tokyo, San Francisco, Amsterdam, Ginevra e Melbourne.

L'Italia è ben posizionata per quantità: fa meglio di Francia (presente con tre città, Parigi, Lione e Marsiglia), Regno Unito (Londra, Birmingham e Leeds) e Spagna (Barcellona e Madrid). Meno per qualità: la migliore italiana (Milano) è 60esima. Torino è 69esima, Roma 71esima. Più indietro Napoli, 83esima. Tra le grandi capitali, fanno bene Washington e Parigi (entrambe nella top ten). Mentre in coda c'è Bruxelles 99esima, peggio di Atene e poco meglio di Dublino. La lista, va precisato, non è una classifica di promossi e bocciati. EasyPark era partita da un gruppo più folto, di 500 città. Per questo, afferma il Chief business development officer Mauritz Borjeson, "ogni città presente nel'Index merita di essere applaudita per i suoi sforzi".

L’Italia più smart

Tornando alla situazione italiana, le nostre città ''smart'' pagano soprattutto sul piano della digitalizzazione e dei trasporti pubblici ma si difendono sul fronte della sostenibilità. Milano, Torino, Roma e Napoli si piazzano nel primo terzo della top 100 sia per edifici a basso impatto che per elettricità da fonti rinnovabili. Ancora troppi rifiuti, però, vengono spediti in discarica: ecco perché la loro gestione fa scivolare il poker italiano tra le posizioni 48 e 51.

Trasporto pubblico tallone d’achille

Capitolo trasporto pubblico: i cittadini delle città italiane non sono soddisfatti. Milano, Torino e Napoli sono tra le posizioni 87 e 89. Roma fa ancora peggio: 95esima. Se anzichè prendere l'autobus si optasse per la propria auto, le cose andrebbero poco meglio a Roma (84esima) ma molto meglio a Torino, che si guadagna l'ingresso nella top 25. Siamo lontani dal sogno di una città quasi senza traffico (come Helsingborg, in Svezia), ma anche dai centri-incubo per automobilisti: Nuova Delhi, Città del Messico e Bucarest. La buona notizia arriva dai servizi di car sharing (la presenza di auto in condivisione sul totale della popolazione). Torino è 19esima, Milano 20esima e Roma 22esima. Unica nota stonata Napoli, 90esima.

Connessione ancora troppo lenta

La prima città italiana per velocità di connessione è Milano, 67esima. Le altre tre sono tra le peggiori 15 della graduatoria. Il capoluogo lombardo guadagna posizioni grazie alla sua rete di wi-fi gratuiti (è 25esima), che invece penalizza Napoli (90esima). Altra voce che fa indietreggiare le città italiane: la digitalizzazione dei servizi pubblici: Napoli è 69esima, Torino 70esima. Milano e Roma scivolano tra le peggiori 10.

Attrazione investimenti, tiene solo Milano

Nella capacità di attrarre innovazione, molto fanno agevolazioni e norme nazionali. Ecco perché tutte le italiane sono fuori dalle migliori 50. Tuttavia, le amministrazioni locali e il sistema di imprese del territorio possono spingere o sacrificare un ecosistema. Ecco allora emergere le differenze: Milano (55esima) stacca le altre tre. Roma e Torino sono appaiate (posizioni 86 e 88), Napoli è 94esima: è più indietro di Atene ed è, all'interno della top 100, la peggiore città occidentale.

Singapore paradiso per la mobilità

I migliori trasporti pubblici secondo chi li usa (la classifica si basa sul grado di soddisfazione dei cittadini) sono a Singapore. Seguono Taipei e Zurigo.

A Panama l’aria più pulita

Reykjavik è prima per energia elettrica prodotta da fondi rinnovabili. La Svizzera, con Zurigo e Ginevra, sta investendo molto sugli edifici ad alta efficienza e primeggia anche per la gestione dei rifiuti. Panama City è invece il centro con meno emissioni di gas serra e CO2 per abitante.

In USA le connessioni più veloci

Le connessioni più veloci sono a San Francisco. Ma lo strapotere Usa (4 città tra le prime 5) è scalfito (e questa è una sorpresa) da Bucarest, seconda. Il Nord Europa (con la Svezia al comando), grazie a infrastrutture e siti istituzionali molto frequentati si dimostra più attento a un dialogo via web con i cittadini.

Startup, Boston batte tutti

Dove si concentrano le startup? E dove ci sono le migliori condizioni per attrarre business? Lo Smart Cities Index ha una risposta netta: gli Stati Uniti. Il podio è tutto a stelle e strisce, anche se sul primo gradino non c'è la California: San Francisco è preceduta da Boston. Terza Washington. La prima europea è Zurigo, quarta.

 

Fonte: http://www.repubblica.it/

Cerca