In manovra ecobonus macchine ibride ed elettriche

Bonus fino a 6000 euro per le macchine ecologiche, ma solo in caso di rottamazione del vecchio veicolo, malus a 2500 euro, sconti per i motorini elettrici, bonus per colonnine di ricarica

Il settore dei trasporti è tra i principali responsabili in tutta Europa delle emissioni di CO2 , è indispensabile dunque che tutti i paesi attuino precise strategie per ridurre l'inquinamento causato dalle auto, coerentemente con gli impegni assunti dall'Accordo di Parigi e dalla nuova strategia UE di decarbonizzazione al 2050, che chiede che entro il 2050 il parco macchine sia a emissioni 0.

Rispetto agli altri paesi europei l'Italia è molto indietro sul fronte delle immatricolazioni delle auto ibride ed elettriche, che nel 2018 hanno rappresentato solo lo 0,5% di market share, nei Paesi Bassi il dato è del 9%.

E' stata quindi accolta con soddisfazione la notizia del bonus-malus per le nuove auto inserito in manovra, anche se le associazioni ambientaliste sostengono che il Governo dovesse mostrare più coraggio per spingere i consumatori verso l'acquisto di auto ecologiche.

L’ultimo emendamento inserito in manovra per le auto fissa una tassa (malus), dal primo marzo fino alla fine del 2021, da un minimo di 1100 euro, per le macchine le cui emissioni siano tra 161 e 175 g/km, a un massimo di 2.500 euro, per le emissioni superiori ai 250 g/km.

Definito anche il bonus per l’acquisto di auto ecologiche, da 6000 a 4000 euro in caso di rottamazione della vecchia macchina, altrimenti da un massimo da 4000 a un minimo di 1500 euro.

A seconda del valore delle emissioni delle auto cambia infatti l’incentivo, quello più alto è riconosciuto se sono classificate da 0 (le elettriche al 100%) a 20 g/km di CO2. Inoltre sono ammessi all’incentivo solo le macchine che non costino più di 45.000 euro. Quindi, per intenderci, Tesla è fuori.

La misura sarà finanziata con un fondo da 60 milioni di euro.

E’ prevista la detrazione del 50%, fino a 3000 euro in 10 anni, per l’installazione di colonnine di ricarica dei veicoli non accessibili al pubblico.

Nel caso in cui si rottami un motorino di cilindrata inferiore o superiore ai 50 per acquistare un motorino elettrico o ibrido della stessa cilindrata, è stato inserito un contributo fino al 30% e per un massimo di 3000 euro. Per questa misura per il 2019 sono messi a disposizione 10 milioni di euro per gli acquisti realizzati in Italia.

- Diminuzione emissioni auto: nuovo accordo in Europa

Sempre in tema di automobili ed emissioni, è stato recentemente siglato un nuovo accordo tra Parlamento europeo e Commissione europea che prevede che le emissioni di CO2 delle nuove macchine debbano diminuire, rispetto ai parametri del 2021, del 37.5% entro il 2030, con una tappa intermedia del 15% nel 2025.

I veicoli commerciali dovranno ridurre le emisisoni del 31%. L’intesa dovrà ora essere approvata dal Consiglio.

 

AS Solar è distributore ufficiale delle colonnine e delle stazioni di ricarica per auto elettriche Scame e Ingeteam. Clicca QUI per avere maggiori informazioni.

 

Fonte: http://www.rinnovabili.it/

Cerca