5 anni e il mondo non sarà più lo stesso, grazie all’energia fotovoltaica

Secondo l’Agenzia internazionale dell’energia nei prossimi 5 anni ci aspetta una crescita del solare fotovoltaico da record grazie al basso costo della tecnologia.

Le forniture globali di energia elettrica rinnovabile stanno crescendo più velocemente del previsto e potrebbero aumentare del 50 per cento nei prossimi cinque anni, grazie alla ripresa dell’energia solare. I progetti fotovoltaici, eolici e idroelettrici si stanno sviluppando con un ritmo più veloce di quello registrato negli ultimi quattro anni. È quanto rileva l’ultimo rapporto dell’Agenzia internazionale per l’energia (Aie) secondo cui entro il 2024 una nuova alba per l’energia solare a basso costo potrebbe vedere la capacità solare mondiale crescere di 600 GW, quasi il doppio della capacità elettrica totale installata in Giappone. In generale, l’energia elettrica rinnovabile dovrebbe crescere di 1.200 gigawatt nei prossimi cinque anni, l’equivalente della capacità elettrica totale degli Stati Uniti.

“È un momento cruciale per le energie rinnovabili. Tecnologie come il solare fotovoltaico (PV) e l’eolico sono al centro delle trasformazioni in atto nel sistema energetico globale. La loro crescente diffusione è fondamentale per affrontare le emissioni di gas serra, ridurre l’inquinamento atmosferico ed espandere l’accesso all’energia”, ha detto Fatih Birol, direttore esecutivo dell’Aie.

Rinnovabili in crescita, ma non abbastanza

Le fonti di energia rinnovabile rappresentano oggi il 26 per cento dell’elettricità mondiale, ma secondo l’Aie la loro quota dovrebbe raggiungere il 30 per cento entro il 2024. La rinascita, dovuta al calo dei costi tecnologici e alle crescenti preoccupazioni ambientali, arriva dopo il rallentamento globale dello scorso anno. “Le energie rinnovabili sono già la seconda fonte di energia elettrica al mondo, ma il loro impiego deve ancora accelerare se vogliamo raggiungere gli obiettivi a lungo termine in materia di clima, qualità dell’aria e accesso all’energia”, ha detto Birol.

Il fotovoltaico trascina la crescita rinnovabile

Secondo le stime contenute nel rapporto sarà la Cina a essere all’avanguardia nella realizzazione di progetti di energia solare ed eolica, sebbene anche gli obiettivi climatici dell’Europa e in parte degli Stati Uniti (nonostante Trump) abbiano giocato un ruolo importante nel far salire le previsioni dell’Agenzia.

Il fotovoltaico sarà determinante nel rilanciare una nuova crescita delle rinnovabili a livello mondiale, grazie ai costi in calo che sono già al di sotto dei prezzi al dettaglio dell’elettricità nella maggior parte dei paesi. Il costo dell’energia solare dovrebbe diminuire del 15-35 per cento entro il 2024, stimolando la crescita della sua diffusione nella seconda metà del decennio.

Ampi margini di crescita per il solare

Il numero di impianti solari domestici dovrebbe più che raddoppiare per raggiungere circa 100 milioni di tetti entro il 2024, con la più forte crescita pro capite in Australia, Belgio, California, Paesi Bassi e Austria. “Sebbene il potenziale dell’energia solare sia enorme, la rapida diffusione potrebbe perturbare i mercati dell’elettricità a meno che le autorità di regolamentazione e i servizi pubblici non si adattino”, ha detto Birol. Al termine dei prossimi cinque anni di crescita esponenziale del fotovoltaico i pannelli copriranno comunque solo il 6 per cento dei tetti disponibili al mondo, lasciando spazio per un’ulteriore e importante crescita.

Fonte: https://www.lifegate.it

Cerca