Vendite auto elettriche, in Norvegia è di nuovo record

Il vantaggioso regime fiscale offerto ai proprietari di e-car continua a far crescere l’elettromobilità norvegese: delle circa 142 mila automobile immatricolate nel 2019 a livello nazionale, quasi la metà aveva la spina

Nuovo primato mondiale per l’elettromobilità della Norvegia. Gli ultimi dati sulle immatricolazioni 2019 mostrano come nel Paese il segmento delle auto elettriche stia continuando a consolidare la propria posizione. E se nel 2018 un’automobile nuova su tre, venduta nella nazione, aveva la spina, lo scorso anno la quota si è alzata sensibilmente: sotto la spinta della nuova Tesla Model 3 e forte di un ottimo sistema di leve fiscali, il comparto ha raggiunto il 42,2 per cento delle vendite annuali.

Nel dettaglio delle 142.381 auto vendute nel mercato norvegese durante il 2019, oltre 60mila erano completamente elettriche. Si tratta di un incremento del 30,9 per cento su base annuale, in un mercato complessivo che ha leggermente tirato il freno: le vendite di nuove autovetture sono, infatti, diminuite del 3,8 per cento in Norvegia rispetto al 2018.

I numeri appartengono alla Opplysningsrådet for Veitrafikken – OFV, gruppo d’interesse dedicato alla rete stradale. OFV rivela anche altri dati interessanti. Ad esempio, che per la prima volta da diversi anni, le vendite di auto a benzina sono diminuite più rapidamente di quelle diesel, rispettivamente del 31,4 e del 13,1 per cento. Il motivo, spiega Øyvind Solberg Thorsen, direttore del gruppo, “è in parte dovuto al fatto che molte delle auto a benzina sono piccole utilitarie e per queste ora ci sono molte alternative semi o full-electric. Le auto diesel tendono, invece, ad essere auto familiari più grandi, più potenti e spaziose”.

I trend fanno ben sperare anche per gli anni a venire

L’associazione degli importatori di automobili norvegesi ha dichiarato di prevedere che le auto elettriche raggiungeranno, entro la fine del 2020, una quota di mercato dal 55 al 60 per cento. A spingere ulteriormente il comparto saranno probabilmente i nuovi modelli, tra cui la Volkswagen ID.3, la Ford Mustang Mach-e, la Polestar 2 e la Peugeot e-208. “Oggi, nel 2020 e negli anni a venire, continua ad ampliarsi la gamma di automobili elettriche, con maggiore autonomia e dimensioni maggiori, e segmenti di prezzo convenienti”, ha aggiunto Thorsen.

Il paese, principale produttore di petrolio dell’Europa occidentale, sembra dunque sempre più deciso a confinare l’oro nero all’export. L’obiettivo nazionale è di assicurare entro il 2025 che tutte le nuove auto siano modelli a emissioni zero.

 

Fonte: http://www.rinnovabili.it

Cerca