Tre quarti della nuova produzione energetica mondiale arriva dalle rinnovabili

I dati del nuovo rapporto annuale dell'Irena, l'Agenzia internazionale dell'energia rinnovabile, si riferiscono agli impianti installati nel 2019. Ma solo i paesi più ricchi possono permettersi di investire

Un segnale chiaro che va nella sempre maggiore produzione di energia pulita. Quasi il 75% della nuova capacità di produzione elettrica installata a livello globale nel 2019 è rinnovabile. Sono i dati del nuovo rapporto annuale dell'Irena, l'Agenzia internazionale dell'energia rinnovabile.

La costruzione di centrali elettriche a combustibili fossili è in calo in Europa e negli Usa: in queste aree sono più gli impianti chiusi di quelli inaugurati. Le centrali a gas e a carbone aumentano di numero invece in Asia, Medio Oriente e Africa. I paesi più ricchi possono permettersi di investire sulle rinnovabili, mentre i paesi in via di sviluppo puntano sulle fonti fossili per avere energia a buon mercato.

La parte del leone nella crescita delle rinnovabili nel 2019 l'ha fatta il solare, con il 55%. Al secondo posto l'eolico, con il 34%. Le altri fonti rinnovabili (idroelettrico, biomasse, geotermico, moto ondoso) hanno avuto una crescita contenuta

Fonte: https://www.repubblica.it

Cerca