%AM, %12 %366 %2018 %07:%Nov

E-mobility: cos’è e quali sono le previsioni e le sfide del futuro

Si sente sempre più parlare di e-mobility, ma cosa si intende con questo termine?

L’e-mobility corrisponde alla mobilità elettrica, ovvero il fenomeno, sempre più attuale e diffuso, delle auto elettriche, quelle auto che utilizzano l’elettricità come fonte primaria di energia. Fa quindi parte di quelle forme di mobilità maggiormente eco-compatibili che riducono la produzione di CO2, contribuendo a mantenere l’aria più pulita e le città più vivibili. Un’auto elettrica, rispetto alle automobili tradizionali, produce infatti fino al 46% in meno di gas serra.

In particolare l’Unione Europea, per affrontare le sfide del cambiamento climatico, della sicurezza energetica e dell’aumento dei prezzi del petrolio, si è prefissata obiettivi ambiziosi, che hanno contribuito a stimolare le aziende operanti nel settore ad apportare innovazioni che hanno reso per la prima volta i veicoli elettrici un’alternativa praticabile.

Dopo un avvio piuttosto lento, le ultime innovazioni sia per quanto riguarda lo sviluppo dei veicoli che delle modalità di ricarica, che hanno reso le auto elettriche più abbordabili da un punto di vista economico e meno complicate da gestire per la ricarica dal lato logistico, hanno infatti favorito la diffusione di questi mezzi di trasporto (fonte: FIA, European Bureau, VERSO LA E-MOBILITY: LE SFIDE DA AFFRONTARE).

Vediamo qualche dato. Nel 2017, per la prima volta in assoluto nel mondo le auto elettriche immatricolate hanno superato l’1% del totale dei veicoli immatricolati. Nel 2018 le previsioni parlano di oltre 2 milioni di auto elettriche vendute, mentre l’obiettivo per il 2020 è quello di raggiungere il 2% di veicoli sul totale delle immatricolazioni (fonte: E-mobility report 2018). Il mercato che più è protagonista di questo incremento è quello cinese, e anche l’Italia, pur essendo il fanalino di coda dell’Europa in quest’ambito, manifesta qualche numero incoraggiante:

  • +147% auto ibride elettriche plug-in rispetto al 2016
  • +40% auto full electric rispetto al 2016
  • 0,24% rispetto al totale delle auto immatricolate nel 2017, ma comunque in aumento rispetto all’anno 2016, quando la percentuale è stata dello 0,14%

Secondo Davide Chiaroni, docente di Business and Management Engineering presso il Politecnico di Milano, i dati dimostrano un progresso della mobilità elettrica in Italia, che non è più confinata all’essere un fenomeno per “appassionati” ma un fenomeno che si sta ampliando ed in espansione e che coinvolge non solo i mezzi ma anche le infrastrutture di ricarica.

I dati mostrano quindi una realtà in fase di crescita, ma quali sono le previsioni per il futuro? Il futuro, secondo la FIA, presenta numerose sfide, determinanti per la diffusione delle auto elettriche presso i consumatori:

  • L’abbassamento dell’andamento dei prezzi dei veicoli, che sono ancora mediamente alti, cosa che di fatto costituisce uno scoglio alla maggiore diffusione dei veicoli elettrici
  • La creazione di una rete capillare di stazioni di ricarica
  • L’innovazione dei mezzi e delle modalità di ricarica, per fare in modo che l’utilizzo delle auto elettriche non presenti particolari difficoltà

AS Solar Italia, la cui mission è rendere le tecnologie rinnovabili accessibili alla maggioranza della popolazione, favorendo logiche di sviluppo sostenibile per ridurre il consumo di combustibili fossili e promuovere la produzione di energia ecologica in maniera economicamente sostenibile, partecipa con orgoglio a questa sfida, offrendo ai propri clienti i migliori prodotti disponibili sul mercato per la creazione di stazioni per la ricarica di veicoli elettrici.